Menu
Carrello 0

Smart Food: una nuova tendenza alimentare

La dieta Smartfood è la prima dieta italiana con un marchio scientifico, quello dell'Istituto Europeo di Oncologia di Milano. Nel libro “La dieta smartfood” di Eliana Liotta, Pier Giuseppe Pelicci e Lucilla Titta, viene presentata una "dieta di lunga vita", che si basa su 30 alimenti definiti appunto intelligenti.

La Dieta Smartfood si basa su migliaia di ricerche, selezionate dalla nutrizionista Lucilla Titta, e sugli studi all’avanguardia di nutrigenomica, la disciplina che studia le relazioni tra patrimonio genetico e cibo. Alcune molecole che assumiamo con l’alimentazione influenzano i nostri geni e quindi anche la nostra salute. I cibi presentati nel libro sono divisi in due grandi categorie: Longevity Smartfood, ossia quelli in grado di influenzare le vie genetiche che regolano la durata della vita e Protective Smartfood, che difendono dalle malattie.

Alla prima categoria appartengono, per esempio, la cipolla, la cioccolata fondente, la melanzana, le fragola, l'uva e l'arancia rossa. Della seconda categoria fanno parte l'olio extravergine, i legumi, le verdure, i semi oleosi e i cereali integrali. Questi cibi si comportano come farmaci, poiché sono in grado di curare e proteggere il nostro organismo da alcune patologie gravi, come ad esempio il cancro, le malattie cardiovascolari, metaboliche e neurodegenerative.


Anche la Spirulina, pur non appartenendo alla categoria dello Smartfood, contiene delle proprietà che allontanano gli effetti dell’invecchiamento, soprattutto quello della pelle. Questa microalga infatti
contiene agenti con effetti antiossidanti, in grado di combattere l’azione dei cosiddetti radicali liberi. I radicali liberi sono sostanze che accelerano il processo di invecchiamento, deteriorando cellule e tessuti, e vengono prodotti dal nostro stesso corpo quando seguiamo un’alimentazione inadeguata, quando ci facciamo sopraffare dallo stress o conseguiamo una vita particolarmente sedentaria.

 

Inoltre, sono molto utili nel caso in cui si voglia perdere peso, poiché saziano, contrastano l’accumulo di grasso e possiedono sostanze nutritive preziose per la salute. Questi super cibi sono anche brillanti nell’azione contro l’invecchiamento. Contengono infatti delle sostanze che mimano il digiuno, cioè sono capaci di provocare gli stessi effetti che ha la restrizione calorica sulle vie genetiche della longevità: inibiscono i geni dell'invecchiamento e accendono i geni della lunga vita.


Condividi il post



← Vecchi Post Nuovi Post →